Passa ai contenuti principali

Badges Generazioni Libere


Badges Generazioni libere - Le autorità non impongono fanno crescere

Badges apprendimento menti libere


La tecnologia come sostegno alla didattica

La didattica è cambiata, con l’avvento di internet e la creazione di servizi, dedicati alla formazione e alla diffusione della cultura. Esistono varietà di servizi educativi e non educativi, che possono essere utilizzati nella didattica formale ed informale. Nel settore educativo, la tecnologia svolge un ruolo importantissimo ed ha introdotto un'interattività senza precedenti. La tecnologia, nella didattica trasforma le lezioni in avventure interattive.
L’alunno, diventa partecipe in prima persona, della sua formazione, propone soluzioni alternative ed inventa una nuova prospettiva formativa. L’insegnante, assume un ruolo da accompagnatore, all’apprendimento, mentre il  costruttore effettivo risulta l’alunno.
Il concetto di apprendimento, si é evoluta nel tempo, occupando sempre un maggiore spazio nell’intero percorso di vita delle persone.
Nella didattica odierna, il rapporto fra alunno ed insegnante é cambiato radicalmente, diventando bidirezionale ed equo.

La figura del bambino ha acquistato la giusta importanza. Non esistono ruoli ben definiti, gli insegnanti imparano dai propri studenti e gli alunni accrescono la loro autonomia con la guida dell'insegnante.

L’assenza di un’autorità forte, rafforza il rapporto fra studente e docente. Stranamente, il risultato che ne consegue é un maggiore rispetto dell’autorità. Riaffermando, l’umanità e il dialogo, si garantisce un maggiore rispetto delle regole.

Regole giuste, che mettono sullo stesso piano tutti e favoriscono il dialogo fra generazioni differenti. Generazioni diverse, che imparano le une dalle altre. Spinte dalla libertà, di creare un nuovo modello comunicativo. Insegnanti connessi, che twittano argomenti di discussione con i propri allievi, usano moodle per creare lezioni interattive e distribuiscono materiale sotto licenze aperte. L’autogestione e l’autoproduzione creano i presupposti per una cultura condivisa. Una cultura creata dai ragazzi per i ragazzi. Un senso di benessere riempie le menti delle nuove generazioni o nativi digitali.


Curiosità e divulgazione sono sempre piu connessi con il mondo digitale, i social assumono un ruolo nel percorso della scoperta, mentre wikipedia in quello dell’approfondimento.

Si creano nuove classi di scolari, che cercano di essere piu attivi nelle scelte didattiche. Nozioni proprie, soluzioni insolite e sensazioni di sintonia aleggiano nell’aria. Una scuola di vita, dove c’ę un inizio certo ma non una fine, tutto diventa musica e i ragazzi si trasformano in musicisti del loro destino.

Inizia la creazione delle giovani menti. Inizia il loro canto, nuove menti crescono e mutano:

"iniziano piano piano, poi un acuto, un fischio assordante e poi una musica armonica riempie le stanze. Pause cariche di un silenzio vigile, ogni attimo viene ascoltato con la propria testa, viene capito, percepito, assaporato e condiviso. Una storia senza fine, senza vuoti, senza rabbia ma carica di tante emozioni che cambiano in base all’uditore. Tutto si trasforma, ma nulla cambia, sembra un atmosfera febbrile , torpore, dolore , rivalsa e poi sana considerazione. Muri si abbattono e nuove speranze crescono. Un solo battito e poi tutto ricomincia. .. "

Una nuova generazione nasce...I pensatori del domani esistono, nulla li puo fermare, sono anime libere piene di tanto amore. Un augurio alle nuove menti pensanti...Grazie di essere nate



Ricevi il badges, per festeggiare la nascita delle giovani menti. Per ottenerlo, basta scrivere nei commenti, condividi il badges propositivo per le nuove generazioni.

Commenti

Post popolari in questo blog

Office 365 educational: Gratuito per docenti e studenti

Office 365, il software creato da microsoft, mette a disposizione delle scuole una versione gratuita.

L'iniziativa proposta da microsoft,prende in considerazione, le esigenze delle strutture scolastiche, che necessitano sempre di più di strumenti ludici per educare.

Gli istituti ed il personale docente possono richiedere, il software Office 365 educational gratuitamente.
Per effettuare la richiesta, basta inserire l'indirizzo mail dell'istituto dove si sta lavorando. L'indirizzo dovrà contenere l'url della scuola, non si possono usare account personali. Infatti, esistono alcuni requisiti da rispettare. La mail servirà per verificare, se l'insegnante lavora effettivamente nella scuola designata.

Il personale didattico può aderire, inserendo la mail dell'istituto nel format.
La richiesta verrà presa in carico e valutata entro qualche giorno o settimana.

Se la richiesta del docente venisse accettata. Il docente potrà usufruire, gratuitamente di office 365 edu…

Lim collegate allo smartphone: Lezioni multimediali

L'uso della lim ha cambiato l'insegnamento, rendendolo più collaborativo ed interattivo. 
Queste lavagne permettono l'approfondimento di tanti argomenti, visionando risorse disponibili sul web.
Le lim si possono collegare sia con il pc che allo smartphone. Oggi, mi piacerebbe legarlo allo smartphone.

Come si possono collegare?
Le lim possono essere collegate tramite appositi dispositivi, come google cast o altri device più economici al proprio smartphone.
Questa sarebbe la soluzione più tranquilla per accedere ai contenuti del proprio smartphone con la Lim.
In questa maniera si possono creare lezioni con le applicazioni installate sul telefonino.

Per chi vuole smanettare, esiste una via più economica ma un po più insidiosa.
Come procedere?
Scaricando l'applicazione teamviewer quicksupport sul proprio smartphone.
Si può scaricare la versione per android da google play store. Ecco il link
Una volta scaricata procediamo con l'installazione e con il collegare i disposit…

Scaricare libri gratuiti da usare nell'apprendimento

L'educazione si basa sulla condivisione e sulla promozione del benessere.  Non possiamo parlare di promozione e di condivisione, senza prendere in considerazione i libri.  I libri fanno parte della formazione e dell'apprendimento e di conseguenza condizionano l'educazione dell'alunno. 

Anche se per un discorso puramente pedagogico, il ruolo dell'educazione spetta alla famiglia.
Spero che le scuole sentano il peso della responsabilità che hanno sulle spalle. Per questo dovrebbero garantire l'apertura delle risorse ai propri studenti e docenti. La scuola dovrebbe accogliere ed aiutare lo sviluppo dei propri alunni e la continua formazione dei propri docenti. Non si può bloccare ed impedire la crescita degli alunni, solo per un impedimento tecnico.
Visto che i libri, vengono usati come strumento per diffondere il sapere, si dovrebbe garantire ai propri studenti l'accesso gratuito. Mentre aspettiamo iniziative a sostegno della diffusione di libri gratuiti per …