Passa ai contenuti principali

Ruzzle in classe: Il paloriere per creare giochi didattici in classe

Usare Ruzzle in classe, il paloriere che stimola la curiosità e il divertimento nei bambini. 

L'applicazione può essere usata in classe, per diverse attività da svolgere, sia in gruppo che da soli.
Sotto, parlerò di alcune attività da poter svolgere.

Ruzzle i bimbi imparano giocando


Gioco di gruppo, per stimolare il team building nei ragazzi.

Come funziona l'attività formativa?

L'insegnante proporra alla classe di dividersi in gruppi da cinque (un numero a  scelta dell'insegnante).
Si creeranno cinque squadre, ognuna capitanata da un giocatore.
Il capitano inserirà su ruzzle, le parole proposte dai compagni della sua squadra.

Qual é il materiale che occorre per svolgere l'attività?

1)Cinque telefonini
2)Applicazione ruzzle installata
3)Un account ruzzle per ogni squadra collegato a facebook

Dopo essersi accertati di possedere tutto il materiale. Possiamo dare inizio alla partita. Ogni gruppo si sfiderà, proponendo le proprie parole alla squadra avversaria. Chi avrà raggiunto il miglior punteggio, vincerà la partita.
Per rendere il clima ancora più coinvolgente, possiamo associarlo al sistema dei badges. I ragazzi percepiranno i badges come premi e il gioco diventerà più coinvolgente.
Possiamo creare distintivi genereci e altri tematici, da poter condividere. Questi badges possono essere collezionati dagli alunni e condivisi sui social network.
Ogni giocatore, riceverà il badges giornata con ruzzle e altri personalizzati, da poter condividere.

Gioco a singolo:
L'insegnante proporrà alla classe di giocare. Definendo delle regole che gli alunni dovranno rispettare.

Una possibile regola:
Le parole inizieranno per lettere specifiche.
Un esempio di partita:
Le parole consentite inizieranno per le lettere A, B e N, queste le possibili parole da creare.

A=Abito
A=Albero
B=Bottiglia
B=Barile
N=Nota
N=Nuoto

I ragazzi dovranno usare queste lettere, per creare le parole, come da esempio sopra.

Sembra facile farlo, ma chi ha già giocato con ruzzle, sa benissimo che le combinazioni non sono semplici. Questo strumento può essere usato, anche in classe primarie, per sviluppare il vocabolario nei bambini.

Facendo ruotare le scelte delle lettere di inizio, i bambini giocando, miglioreranno il proprio vocabolario. Nella prima fase, si consiglia di scegliere più lettere, almeno 6 o 7, così il bambino non entrerà in crisi. Più i bambini diventeranno bravi, più si può rendere difficile la partita.
Una piccola attenzione, nella prima fase del gioco, moderiamo la difficoltà. Se all'inizio rendiamo il gioco troppo difficile, il bambino non acquisterà mai la fiducia e la voglia di giocare.
Nelle fasi successive, possiamo aumentare la difficoltà, l'alunno vedrà la richiesta dell'insegnante come una sfida.
Le sfide fungeranno da stimoli positivi e gli alunni cercheranno di raggiungere gli obiettivi proposti dall'insegnante.

Il gioco ruzzle risulta un'ottima attività ludica ma bisogna stare attenti che risulti divertente e che le sfide non venghino percepite come qualcosa di personale.


É importante che il gioco, venga percepito dagli alunni come un'attività divertente e non diventi un momento di stress per la classe.
Sarà il compito di ogni insegnante, capire se il gioco risulta troppo difficile.
L'insegnante, potrà apportare le modifiche necessarie per rendere il gioco, uno stimolo positivo per l'apprendimento.

Fatemi sapere cosa ne pensate e condividete la vostra esperienza.



Commenti

Post popolari in questo blog

Gioco con scratch per imparare nuove parole

Gioco con scratch per imparare nuove parole. Ricreare il gioco del nome,cose e città, modificandolo un po.


Questo gioco permette al bambino o bambini di rispondere alle domande della lettera selezionata.

https://scratch.mit.edu/projects/289086911/


Creare un ambiente coabitativo per senzatetto

Un ambiente coabitativo per persone che stanno affrontando un periodo non bello. Quanto sarebbe bello, se fosse garantito come diritto costituzionale un'abitazione per tutti. Oppure concedere a persone senza fissa dimora uffici in disuso, ma spesso la burocrazia blocca il sistema e l'umanità verso le persone. Allora mi é venuta un'idea, perché non proporre tramite raccolta fondi ed interagendo con le istituzioni, la creazione di un ambiente coabitativo per le persone che non si possono permettere un'abitazione?  Le soluzioni ci sono e possono essere di facile realizzazione. Si possono usare case di legno anche a buon mercato, tipo quella leroy merlin. Che solo a 500 euro,  garantirebbe nelle notti gelide invernali un riparo,  a chi necessita di una casa. Si potrebbero posizionare in un suolo pubblico, tramite consenso dei comuni ed installare le casette. Inserendo una casetta a mo di cucina ed una a mo di bagno. Mentre le altre potrebbero servire per dormire. In questa…

Ebook scratch per una didattica che sorprende e stupisce

Ebook gratuito su kindle unlimited Scratch per una didattica che sorprende ed incuriosisce.
Ho cercato di creare un piccolo ebook che può risultare utile per chi voglia usare scratch nella didattica. L'ebook é rilasciato sotto licenza creative commons.
L'unico vincolo l'accreditamento al sito openbadges.it




Scratch Per Una Didattica C... by on Scribd
Spero che il libro vi piaccia..



Se doveste trovare errori segnalatemeli..
A breve le schede del gioco scratch ..