Passa ai contenuti principali

Apprendimento collaborativo: Playlist condivise su youtube

Apprendimento collaborativo con le playlist condivise.

Le playlist sono un ottimo strumento, per creare liste di video con argomenti comuni. Per aggiungere i video, basta cliccare sul pulsante aggiungi video alla playlist.



Possono essere usate da chiunque, ma assumono un ruolo di maggiore rilievo nella didattica.
Le playlist usate nella didattica possono coinvolgere gli alunni. Perché sono videolezioni proposte in un ambiente familiare.

Inoltre lo studente é abituato all'interattività del web e può gestirsi la lezione facilmente. Le playlist possono essere usate anche come ripasso, perché affrontano argomenti specifici.

Perché un insegnante dovrebbe usare le playlist condivise?

Per creare liste di video che richiamano le lezioni in classe. I video creati possono essere usati dai propri alunni oppure da utenti interessati all'argomento. L'insegnante, usando le playlist risparmierà tempo, nella creazione della lezione e potrà usarlo per creare attività di laboratorio in classe.
Le playlist in sé, sono un ottimo strumento, ma se vi dicessi che si possono creare collaborazioni fra insegnanti?

Apprendimento collaborativo youtube

Infatti da pochissimo, ho scoperto una funzionalità bellissima, le playlist condivise.

Quest'ultime permettono di scegliere i collaboratori da aggiungere alle proprie playlist. I collaboratori scelti potranno aggiungere video.

Ecco alcuni usi delle playlist condivise:



1)Creazioni lezioni condivise con le playlist.
Le lezioni possono contenere video-lezioni di più docenti della medesima materia.
Un esempio di una possibile collaborazione, due o tre insegnanti possono creare un canale con playlist condivise, di matematica, scienza, lettere, ecc.. Questo consentirà di creare canali didattici del medesimo argomento variegati, che spiegano argomenti simili con diversi approcci.
Insegnanti di matematica, che collaborano per creare una collezione di video, condivise sulla stessa playlist. Per rendere le lezioni più educative.

2)Gestione progetti scolastici con le playlist condivise.
Altre attività che si possono svolgere sono i progetti scolastici.
La gestione dei progetti con le playlist condivise diventa più semplice.

Come si possono organizzare?
L'insegnante gestirà il canale ed aggiungereà i gruppi di lavoro. Ogni gruppo avra in dotazione un propio canale youtube, che verra aggiunto alla playlist. Si sceglierà solo un canale per ogni gruppo, per rendere il progetto più gestibile. Saranno i ragazzi che sceglieranno su quale canale caricare il progetto.

3)Gruppi di lavoro con playlist condivise ed assegnazione openbadges.
Un altro uso che mi viene da condividere, la gestione di gruppi di lavoro. Organizzare gruppi di lavoro che condividono la stessa playlist e che possono postare i loro contenuti per arricchire il progetto.
I partecipanti potranno ricevere l'openbadges una volta terminato il progetto. L'openbadges può essere inserito nella playlist per creare contest su youtube.


Youtube contest openbadges

Questo é solo un esempio, immaginatevi che i video inseriti siano dei partecipanti ad un contest. Finito il contest, i partecipanti riceveranno l'openbadges guadagnato.

Quali sono i passi da seguire per aggiungere collaboratori alla playlist?


  1. Andare sulla pagina della playlist. Gestione video > Playlist.
  2. Accanto alla playlist cliccare su modifica
  3. Cliccare su condividi.
  4. Selezionare la casella "Consenti alle persone provviste di link di aggiungere video".
  5. Copiare il link unico alla tua playlist e condividilo con i collaboratori
Queste sono le indicazioni settate da google.



Cosa ne pensate dell'uso delle playlist nell'apprendimento?



Commenti

Post popolari in questo blog

Office 365 educational: Gratuito per docenti e studenti

Office 365, il software creato da microsoft, mette a disposizione delle scuole una versione gratuita.

L'iniziativa proposta da microsoft,prende in considerazione, le esigenze delle strutture scolastiche, che necessitano sempre di più di strumenti ludici per educare.

Gli istituti ed il personale docente possono richiedere, il software Office 365 educational gratuitamente.
Per effettuare la richiesta, basta inserire l'indirizzo mail dell'istituto dove si sta lavorando. L'indirizzo dovrà contenere l'url della scuola, non si possono usare account personali. Infatti, esistono alcuni requisiti da rispettare. La mail servirà per verificare, se l'insegnante lavora effettivamente nella scuola designata.

Il personale didattico può aderire, inserendo la mail dell'istituto nel format.
La richiesta verrà presa in carico e valutata entro qualche giorno o settimana.

Se la richiesta del docente venisse accettata. Il docente potrà usufruire, gratuitamente di office 365 edu…

Gioco con scratch per imparare nuove parole

Gioco con scratch per imparare nuove parole. Ricreare il gioco del nome,cose e città, modificandolo un po.


Questo gioco permette al bambino o bambini di rispondere alle domande della lettera selezionata.

https://scratch.mit.edu/projects/289086911/


Caccia al tesoro con credly e un lettore qrcode

La caccia al tesoro, é una dell'attività ludiche più belle da proporre agli alunni. 

Mette allegria, regala emozioni ed unisce la classe.
Anche se organizzarla in un micro ambiente, come la scuola non risulta semplice.

Io vi propongo un gioco, anzi una caccia al tesoro, che non necessita di grandi spazi.

Cosa serve per creare la nostra caccia al tesoro?
1)Qrcode associato all'openbadges
2)Applicazione che legge gli qrcode.
3)Indovinelli, enigmi da risolvere per passare alla tappa successiva.
4)Tanto entusiasmo

La caccia al tesoro per definirsi tale, necessita di un luogo ben definito e dei post-it da lasciare in giro. I post-it nel nostro caso conteranno un codice qrcode da scannerizzare. I bambini troveranno il codice, lo cattureranno e visioneranno la pagina del badges per risolvere l'enigma.

Questa caccia al tesoro può essere realizzata, grazie all'interazione fra due strumenti.


Il primo servizio Credly, consente di creare gli openbadges e di scaricarli anche in div…