Passa ai contenuti principali

Come funzionano i blocchi di scratch? Impariamo con esempi pratici

Come funzionano i blocchi su scratch?

I blocchi su scratch assumono un ruolo di sostegno. Facilitano il lavoro e migliorano la programmazione.

Imparare i blocchi dell'editor scratch singolarmente, diventa faticoso e poco efficace. Si imparerà usandoli e guardando esempi o lezioni.

Inoltre l'editor permette di visionare i differenti blocchi nelle singole categorie. Quindi penso sia importante farsi un'idea generale dei differenti blocchi. Ed affrontare l'argomento nello specifico in un secondo momento.

Penso che il modo più divertente di approcciarsi ai blocchi scratch, sia quello di ossevare esempi pratici che riportino gli esercizi.
Considerate che anche io sto imparando, quindi se dovessi compiere qualche inesattezza scrivete giù nei commenti.
Iniziamo con il nostro primo esempio:

Blocchi di scratch



Nel nostro caso specifico analizziamo l'esempio in alto.

Scratch blocco start


Il nostro primo blocco, cioé il blocco biandierina é collocato fra i blocchi riguardanti il controllo.

Che azione svolge?
Attiva lo script quando la bandierina viene cliccata.

Blocco per sempre


Anche il secondo blocco, cioé quello sotto la bandierina. In pratica il blocco forever appartiene al blocco controllo.

Che ruolo svolge il blocco forever?
Il blocco forever ripete l'azione del blocco inserito al suo interno per sempre.

Il nostro terzo blocco é un blocco say.
I blocchi say sono collocati nella categoria riguardanti l'aspetto.
Questo blocco presenta diverse varianti:

Blocco dire


1) Il blocco classico che esplicita solo say+ il messaggio.

Blocco scratch dire


2) Il blocco dove si può specificare anche il tempo.

Say + parola o messaggio+ for (tempo secondi).

Blocco traduzione scratch

3) Sempre lo stesso blocco say, uguale al secondo ma viene inserito un'altro blocco.
Il blocco rosso é un'estensione che permette la traduzione nella lingua specifica. Questa estensione funziona solo se presente la connessione, perché usa le api di google translate.

Che funzione svolge il blocco say?
Permette al personaggio di parlare.

Se avessimo voluto fare emettere un suono, avremmo dovuto usare i blocchi suoni.

Ricapitolando:
In pratica quando l'utente cliccherà sulla bandierina, si attiverà l'animazione grazie al  blocco bandiera. Il gatto ripeterà ogni volta l'azione (ciao) perché é presente il blocco forever.
Il gatto ripete per un secondo ciao, perché nel primo blocco say é specificato il tempo. Il gatto traduce il messaggio, perché é inserito nei tre blocchi say sottostanti, il blocco traduzione.
Tutte le azioni contenute dentro il blocco forever sono ripetute sempre e durano 1 secondo in quanto viene specificato nel blocco say.


Questo esercizio fa notare ad occhio, che ogni blocco di scratch presenta un colore ben preciso.


In linea generale:
Il colore marroncino corrisponde alle situazioni.
Il colore giallo corrisponde ai blocchi  riguardanti il controllo.
Il colore blu corrisponde ai blocchi riguardanti il movimento.
Il colore viola corrisponde ai blocchi riguardanti l'aspetto.
Il colore verde corrisponde ai blocchi riguardanti l'operatore.
Il colore fucsia corrisponde ai blocchi riguardanti i suoni.
Come segue nella screen in basso.

Scratch strumenti editor




Commenti

Post popolari in questo blog

Pedagogia come scienza: La pagina facebook di passione pedagogica

Una raccolta di risorse pedagogiche sulla pagina di passione pedagogica.
Chi ama la pedagogia, come scienza e cerca sempre nuovi spunti didattici, su come creare nuove attività pedagogiche, troverà la pagina di passione pedagogia entusiasmante.
Una pagina che raccoglie risorse, materiali visivi e multimediali, che trattano di pedagogia.
Una pedagogia intesa come scienza, che stimola il bambino sensorialmente.
L'apprendimento diventa dinamico, interattivo, colorato e sensoriale. Il gioco entra a far parte del processo formativo. I bambini apprendono giocando, senza perdere contatto con la loro natura innata. La stimolazione sensoriale permette al bambino, di crearsi un suo archivio emozionale. Che gli donerà una base sicura, utile nei momenti difficili, anche in età adulta. Le attività proposte dalla pagina, stimolano sia le soft skill e la percezione del bambino. Le bottiglie della calma, aiutano il bambino nei momenti di difficoltà. Mentre le attività per associazioni, introduco…

Learning apps: Crea la tua applicazione per i tuoi alunni

Learning apps, applicazione utile nel creare giochi interattivi e didattici per i propri studenti, la propria classe oppure per divertimento.

Facile ed intuitiva. Si possono trovare numerose applicazioni, divise per categorie. Se non trovate l'app desiderata, potete crearne una tutta vostra.

L'uso dell'applicazione learning apps, non richiede grandi capacità tecniche. L'applicazione é molto intuitiva e si usa facilmente.
Per creare un'applicazione, basta cliccare sul tasto crea app. Si aprirà una finestra, dove sono collocati diversi tamplate da usare. Si possono scegliere diverse tipologie di template, per creare giochi interattivi da usare in classe.
Questo é un esempio di gioco di memory card.

Vi consiglio la visione del video di App for prof. Nel video é possibile visionare tutte le funzionalità dell'applicativo. Potete trovare il video sul canale youtube del prof Luca Raina. Buon learning apps a tutti...

Lim collegate allo smartphone: Lezioni multimediali

L'uso della lim ha cambiato l'insegnamento, rendendolo più collaborativo ed interattivo. 
Queste lavagne permettono l'approfondimento di tanti argomenti, visionando risorse disponibili sul web.
Le lim si possono collegare sia con il pc che allo smartphone. Oggi, mi piacerebbe legarlo allo smartphone.

Come si possono collegare?
Le lim possono essere collegate tramite appositi dispositivi, come google cast o altri device più economici al proprio smartphone.
Questa sarebbe la soluzione più tranquilla per accedere ai contenuti del proprio smartphone con la Lim.
In questa maniera si possono creare lezioni con le applicazioni installate sul telefonino.

Per chi vuole smanettare, esiste una via più economica ma un po più insidiosa.
Come procedere?
Scaricando l'applicazione teamviewer quicksupport sul proprio smartphone.
Si può scaricare la versione per android da google play store. Ecco il link
Una volta scaricata procediamo con l'installazione e con il collegare i disposit…