Passa ai contenuti principali

Perché usare i tools opensource?

L'opensource mette in comunicazione le persone, progetti.

Movimento cultura aperta

Usare tools open ed aiutare a sviluppare software libero, penso sia un atto di amore verso la società.
Il software libero consente, a più persone di conoscere, modificare e rendere più sicuro lo stesso prodotto.
Anche se solitamente, le persone pensano diversamente. Spesso il software libero viene considerato poco sicuro, perché visionato  e modificato da tante persone.
Quest'aspetto che può fare paura a molte persone, altro non é il punto di forza del movimento.
Infatti l'opensource si basa sulla fiducia fra programmatori, sull'autonomia e sulla collaborazione fra persone.

Adesso, chiudete gli occhi ed immaginatevi questa scenetta.

Una persona usa un software.
Il software viene hackerato e voilà non riesce ad accedere più ai suoi lavori.

Ora notate le differenze se usate un software chiuso e uno aperto.

Se usate un software chiuso, non vi resta che contattare chi conosce il codice. 

Infatti chi usa i software chiusi, dovrebbe sapere che il codice del software è conosciuto da poche persone.
Se questo software viene hackerato, perché una persona estranea trova una falla e manda in tilt il sistema.




L'utente dovrà contattare esclusivamente le pochissime persone che conoscono il software.

Se fosse stato aperto, probabilmente la falla sarebbe stata sistemata dai programmatori. Il movimento opensource si basa sulla segnalazione delle falle o bug del codice. Questo serve per sistemare i punti, che potrebbero risultare problematici.

Con il software aperto, l'utente potrà informarsi e chiedere una mano di aiuto su forum specializzati oppure agli autori o collaboratori.

Quando si usa un software libero, si trovano tantissime persone disponibili ad aiutarti.
Spesso i programmatori del software libero, usano delle piattaforme come github, poi esistono forum specializzati come 
stackoverflow e tantissime guide.

Ma state attenti, la comunità opensource non é formata solo da programmatori ma anche da utenti normali. La comunità si basa sulla collaborazione fra persone e sull'entusiasmo di tutta la comunità.







Commenti

Post popolari in questo blog

Office 365 educational: Gratuito per docenti e studenti

Office 365, il software creato da microsoft, mette a disposizione delle scuole una versione gratuita.

L'iniziativa proposta da microsoft,prende in considerazione, le esigenze delle strutture scolastiche, che necessitano sempre di più di strumenti ludici per educare.

Gli istituti ed il personale docente possono richiedere, il software Office 365 educational gratuitamente.
Per effettuare la richiesta, basta inserire l'indirizzo mail dell'istituto dove si sta lavorando. L'indirizzo dovrà contenere l'url della scuola, non si possono usare account personali. Infatti, esistono alcuni requisiti da rispettare. La mail servirà per verificare, se l'insegnante lavora effettivamente nella scuola designata.

Il personale didattico può aderire, inserendo la mail dell'istituto nel format.
La richiesta verrà presa in carico e valutata entro qualche giorno o settimana.

Se la richiesta del docente venisse accettata. Il docente potrà usufruire, gratuitamente di office 365 edu…

Gioco con scratch per imparare nuove parole

Gioco con scratch per imparare nuove parole. Ricreare il gioco del nome,cose e città, modificandolo un po.


Questo gioco permette al bambino o bambini di rispondere alle domande della lettera selezionata.

https://scratch.mit.edu/projects/289086911/


Caccia al tesoro con credly e un lettore qrcode

La caccia al tesoro, é una dell'attività ludiche più belle da proporre agli alunni. 

Mette allegria, regala emozioni ed unisce la classe.
Anche se organizzarla in un micro ambiente, come la scuola non risulta semplice.

Io vi propongo un gioco, anzi una caccia al tesoro, che non necessita di grandi spazi.

Cosa serve per creare la nostra caccia al tesoro?
1)Qrcode associato all'openbadges
2)Applicazione che legge gli qrcode.
3)Indovinelli, enigmi da risolvere per passare alla tappa successiva.
4)Tanto entusiasmo

La caccia al tesoro per definirsi tale, necessita di un luogo ben definito e dei post-it da lasciare in giro. I post-it nel nostro caso conteranno un codice qrcode da scannerizzare. I bambini troveranno il codice, lo cattureranno e visioneranno la pagina del badges per risolvere l'enigma.

Questa caccia al tesoro può essere realizzata, grazie all'interazione fra due strumenti.


Il primo servizio Credly, consente di creare gli openbadges e di scaricarli anche in div…