Passa ai contenuti principali

Scuola tecnologica ma anche empatica

Una scuola tecnologica ed empatica.
Una scuola, dove i bisogni, le esigenze del bambino vengono messe al centro.
Dove l'alunno instauri un rapporto sincero, vero e divertente con l'insegnante. Che poi quest'ultimo, fungerà da guida che accompagnerà l'alunno nella sua evoluzione. Una scuola, che prenda in considerazione il bambino a 360°. Che stimoli le sue esigenze educative ma che lasci spazio alla sua espressione, anche delle contrarietà. Che aiuti l'alunno nelle scelte e che dia la possibilità di scegliere, di seguire alcune materie al posto di altre. Che integri la tecnologia, nella proposta formativa come implemento o come strumento educativo ma che non dimentichi l'aspetto umano. Che solo una persona può dare.

Una scuola che permetta di far giocare i bambini e nello stesso tempo gli consenta di imparare. Che stimoli la motricità con la parte legata ai giochi puramente fisici e  la creatività con la creazione di giochi digitali interattivi. Insomma una scuola per bimbi ma capace di  aiutare gli adulti ad essere buone guide per i più piccoli. Una scuola quindi che prende in considerazione le esigenze dei più piccoli ma che non trascuri il corpo docente. Perché sarà la felicità di quest'ultimo a fare la differenza per centinaia di alunni. Insegnanti felici per alunni felici.

Commenti

Post popolari in questo blog

Gioco con scratch per imparare nuove parole

Gioco con scratch per imparare nuove parole. Ricreare il gioco del nome,cose e città, modificandolo un po.


Questo gioco permette al bambino o bambini di rispondere alle domande della lettera selezionata.

https://scratch.mit.edu/projects/289086911/


Creare un ambiente coabitativo per senzatetto

Un ambiente coabitativo per persone che stanno affrontando un periodo non bello. Quanto sarebbe bello, se fosse garantito come diritto costituzionale un'abitazione per tutti. Oppure concedere a persone senza fissa dimora uffici in disuso, ma spesso la burocrazia blocca il sistema e l'umanità verso le persone. Allora mi é venuta un'idea, perché non proporre tramite raccolta fondi ed interagendo con le istituzioni, la creazione di un ambiente coabitativo per le persone che non si possono permettere un'abitazione?  Le soluzioni ci sono e possono essere di facile realizzazione. Si possono usare case di legno anche a buon mercato, tipo quella leroy merlin. Che solo a 500 euro,  garantirebbe nelle notti gelide invernali un riparo,  a chi necessita di una casa. Si potrebbero posizionare in un suolo pubblico, tramite consenso dei comuni ed installare le casette. Inserendo una casetta a mo di cucina ed una a mo di bagno. Mentre le altre potrebbero servire per dormire. In questa…

Ebook scratch per una didattica che sorprende e stupisce

Ebook gratuito su kindle unlimited Scratch per una didattica che sorprende ed incuriosisce.
Ho cercato di creare un piccolo ebook che può risultare utile per chi voglia usare scratch nella didattica. L'ebook é rilasciato sotto licenza creative commons.
L'unico vincolo l'accreditamento al sito openbadges.it




Scratch Per Una Didattica C... by on Scribd
Spero che il libro vi piaccia..



Se doveste trovare errori segnalatemeli..
A breve le schede del gioco scratch ..