Passa ai contenuti principali

Una scuola umana:Riconosce i bisogni

I bambini piccole persone che vivono in una scuola pensata da grandi e per grandi. A volte, guardo la scuola, mi viene un po di tristezza. Una scuola che non aiuta né gli insegnanti né educa i bambini nel riconoscere i propri bisogni.
Ma esistono nella scuola, comunemente chiamate "standard", persone che la rendono speciale. Introducendo il loro amore e passione nella loro funzione. Sono i professori, che prima di essere insegnanti, sono persone. Quei insegnanti che pur stando in un contesto che non valorizza i bisogni degli alunni. Sviluppano loro stessi, un sistema che aiuta l'alunno a riconoscere i propri bisogni. Questo pensiero, é nato dalla visione di alcuni video dove alcuni insegnanti, prima di far entrare in classe gli alunni li accolgono. Ebbene si, accolgono i loro bambini che poi diventeranno gli adulti di un domani. Li accolgono, nel modo in cui gli alunni necessitano.
Abbracciandoli, se necessitano di un abbraccio. Dandogli una stretta di mano. Un cinque, se vogliono un'accoglienza festosa.
Insomma questi insegnanti, aiutano i bambini nel manifestare i loro bisogni e nel riconoscerli.

Magari quel bimbo, ha avuto una discussione in famiglia e l'abbraccio di quell'insegnante lo aiuterà ad affrontare meglio il diverbio. In quel modo, l'insegnante ignara di tutto. Mostrando un po di empatia e di umanità al bambino, lo sta aiutando nell'affrontare la sua vita quotidiana..e quei bimbi crescendo, faranno lo stesso con i loro figli oppure alunni. Un atto d'amore che aiuta. Soprattutto in un mondo che non considera l'empatia.

Commenti

Post popolari in questo blog

Office 365 educational: Gratuito per docenti e studenti

Office 365, il software creato da microsoft, mette a disposizione delle scuole una versione gratuita.

L'iniziativa proposta da microsoft,prende in considerazione, le esigenze delle strutture scolastiche, che necessitano sempre di più di strumenti ludici per educare.

Gli istituti ed il personale docente possono richiedere, il software Office 365 educational gratuitamente.
Per effettuare la richiesta, basta inserire l'indirizzo mail dell'istituto dove si sta lavorando. L'indirizzo dovrà contenere l'url della scuola, non si possono usare account personali. Infatti, esistono alcuni requisiti da rispettare. La mail servirà per verificare, se l'insegnante lavora effettivamente nella scuola designata.

Il personale didattico può aderire, inserendo la mail dell'istituto nel format.
La richiesta verrà presa in carico e valutata entro qualche giorno o settimana.

Se la richiesta del docente venisse accettata. Il docente potrà usufruire, gratuitamente di office 365 edu…

Learning apps: Crea la tua applicazione per i tuoi alunni

Learning apps, applicazione utile nel creare giochi interattivi e didattici per i propri studenti, la propria classe oppure per divertimento.

Facile ed intuitiva. Si possono trovare numerose applicazioni, divise per categorie. Se non trovate l'app desiderata, potete crearne una tutta vostra.

L'uso dell'applicazione learning apps, non richiede grandi capacità tecniche. L'applicazione é molto intuitiva e si usa facilmente.
Per creare un'applicazione, basta cliccare sul tasto crea app. Si aprirà una finestra, dove sono collocati diversi tamplate da usare. Si possono scegliere diverse tipologie di template, per creare giochi interattivi da usare in classe.
Questo é un esempio di gioco di memory card.

Vi consiglio la visione del video di App for prof. Nel video é possibile visionare tutte le funzionalità dell'applicativo. Potete trovare il video sul canale youtube del prof Luca Raina. Buon learning apps a tutti...

Lim collegate allo smartphone: Lezioni multimediali

L'uso della lim ha cambiato l'insegnamento, rendendolo più collaborativo ed interattivo. 
Queste lavagne permettono l'approfondimento di tanti argomenti, visionando risorse disponibili sul web.
Le lim si possono collegare sia con il pc che allo smartphone. Oggi, mi piacerebbe legarlo allo smartphone.

Come si possono collegare?
Le lim possono essere collegate tramite appositi dispositivi, come google cast o altri device più economici al proprio smartphone.
Questa sarebbe la soluzione più tranquilla per accedere ai contenuti del proprio smartphone con la Lim.
In questa maniera si possono creare lezioni con le applicazioni installate sul telefonino.

Per chi vuole smanettare, esiste una via più economica ma un po più insidiosa.
Come procedere?
Scaricando l'applicazione teamviewer quicksupport sul proprio smartphone.
Si può scaricare la versione per android da google play store. Ecco il link
Una volta scaricata procediamo con l'installazione e con il collegare i disposit…