Passa ai contenuti principali

Album delle competenze in classe: conoscenze tecniche e soft skill

Album delle competenze: Unire, creare una connessione fra conoscenze tecniche e soft skill. Una classe dove nessuno é escluso.


Le competenze, possono fare la differenza, fra un ambiente formativo propositivo ed alienante. Con l'insegnamento, i professori elargiscono, le loro conoscenze agli alunni.
Ma quali conoscenze sono più importanti:
quelle tecniche oppure quelle sociali? Entrambe o la correlazione fra di loro?

Come scoprirlo?
Penso non esista una formula matematica, che ci possa aiutare :).
Sono entrambe importanti e sarebbe utile svilupparle in equal modo, sempre rispettando le inclinazioni e gli interessi della persona.
L'una non giustifica l'assenza dell'altra.

Una persona tecnica, non dovrebbe mancare di alcune skill sociali e una persona sociale, dovrebbe possedere qualche skill tecnica.


Come  possiamo aiutare i bambini nell'acquisire competenze ?
Con il "quadernone delle competenze".

Come organizzarlo?
Creando delle schede nel quadernone, divise per tutti i mesi dell'anno.

12 schede per 12 mesi
Il modello delle schede si ripeterà per ogni mese. La differenza, sarà data dalle attività svolte e dal comportamento dell'insegnante e degli alunni.
La scuola, in primis é una scuola di vita. Il percorso formativo, accompagnerà la crescita personale del bambino, trasformandolo in adulto. Adesso torniamo, al nostro "Album delle competenze" e alla creazione delle "Schede mese".

Esempio Scheda del mese settembre:

Riquadro Come ti vedi:
Foto alunno oppure riquadro con il disegno dell'alunno, come si vede.
Le informazioni, ricavate dal riquadro come ti vedi, sono importanti,  per conoscere il livello di autostima dell'alunno e se possiede capacità autoesplorative.

Accanto poniamo, il quadrato dell'emozioni e del sentire.
Il titolo sarà mi sento... ..

Qual'é l'utilità del quadrato emozioni?
Incentiverà l'espressione dell'emozioni.
Gli alunni, impareranno a riconoscere ed esprimere le proprie emozioni, senza vergognarsi, prendendosi la responsabilità del proprio sentire, senza colpevolizzare gli altri.

Esempio di espressione, legate al quadrato emozioni:
Mi sento triste perché hai fatto questo.
"Frase colpevolizzante"
Mi sento triste perché quando mi hai detto questa frase:...... mi sono sentita non apprezzata per gli sforzi che faccio
Già questa suona meglio.
Adesso, continuiamo con l'organizzazione del nostro layout scheda. Inserendo un altro blocco.

Intelligenza emotiva goleman


Rettangolo obiettivi:
Creiamo un rettangolo molto ampio, con gli obiettivi del mese. Inserendo le attività che l'alunno svolgerà.
Ad ogni traguardo raggiunto, verrá inserita un check.

Le attività, saranno scelte dall'insegnante, tranne una che verrà aggiunta dall'alunno, sempre seguendo le linee guida del docente.

L'alunno, si sentirà ascoltato, imparerà che esistono delle regole da seguire e che ognuno può esprimersi senza gridare.
Questo rafforzerà il rapporto fra alunno ed insegnante, creando fiducia e rispetto.

Traguardi scolastici


Nell'ultima porzione del foglio, possiamo inserire le azioni, che hanno fatto guadagnare una nota di merito, all'alunno.  Queste attività, dipendono completamente, dal comportamento dell'alunno.

Qualità empatia, resilienza


Nella parte laterale, saranno definite le proroghe, nello svolgimento delle attività.

Se proprio vogliamo strafare, possiamo inserire i consigli per migliorare.
Senza creare una sezione apposita, solo suggerimenti propositivi, che incoraggiano il cambiamento o una maggiore conoscenza del proprio comportamento.


Fatemi sapere cosa ne pensate e inserite suggerimenti su come migliorarlo.




Commenti

Post popolari in questo blog

Pedagogia come scienza: La pagina facebook di passione pedagogica

Una raccolta di risorse pedagogiche sulla pagina di passione pedagogica.
Chi ama la pedagogia, come scienza e cerca sempre nuovi spunti didattici, su come creare nuove attività pedagogiche, troverà la pagina di passione pedagogia entusiasmante.
Una pagina che raccoglie risorse, materiali visivi e multimediali, che trattano di pedagogia.
Una pedagogia intesa come scienza, che stimola il bambino sensorialmente.
L'apprendimento diventa dinamico, interattivo, colorato e sensoriale. Il gioco entra a far parte del processo formativo. I bambini apprendono giocando, senza perdere contatto con la loro natura innata. La stimolazione sensoriale permette al bambino, di crearsi un suo archivio emozionale. Che gli donerà una base sicura, utile nei momenti difficili, anche in età adulta. Le attività proposte dalla pagina, stimolano sia le soft skill e la percezione del bambino. Le bottiglie della calma, aiutano il bambino nei momenti di difficoltà. Mentre le attività per associazioni, introduco…

Learning apps: Crea la tua applicazione per i tuoi alunni

Learning apps, applicazione utile nel creare giochi interattivi e didattici per i propri studenti, la propria classe oppure per divertimento.

Facile ed intuitiva. Si possono trovare numerose applicazioni, divise per categorie. Se non trovate l'app desiderata, potete crearne una tutta vostra.

L'uso dell'applicazione learning apps, non richiede grandi capacità tecniche. L'applicazione é molto intuitiva e si usa facilmente.
Per creare un'applicazione, basta cliccare sul tasto crea app. Si aprirà una finestra, dove sono collocati diversi tamplate da usare. Si possono scegliere diverse tipologie di template, per creare giochi interattivi da usare in classe.
Questo é un esempio di gioco di memory card.

Vi consiglio la visione del video di App for prof. Nel video é possibile visionare tutte le funzionalità dell'applicativo. Potete trovare il video sul canale youtube del prof Luca Raina. Buon learning apps a tutti...

Lim collegate allo smartphone: Lezioni multimediali

L'uso della lim ha cambiato l'insegnamento, rendendolo più collaborativo ed interattivo. 
Queste lavagne permettono l'approfondimento di tanti argomenti, visionando risorse disponibili sul web.
Le lim si possono collegare sia con il pc che allo smartphone. Oggi, mi piacerebbe legarlo allo smartphone.

Come si possono collegare?
Le lim possono essere collegate tramite appositi dispositivi, come google cast o altri device più economici al proprio smartphone.
Questa sarebbe la soluzione più tranquilla per accedere ai contenuti del proprio smartphone con la Lim.
In questa maniera si possono creare lezioni con le applicazioni installate sul telefonino.

Per chi vuole smanettare, esiste una via più economica ma un po più insidiosa.
Come procedere?
Scaricando l'applicazione teamviewer quicksupport sul proprio smartphone.
Si può scaricare la versione per android da google play store. Ecco il link
Una volta scaricata procediamo con l'installazione e con il collegare i disposit…