Passa ai contenuti principali

Creare progetti scolastici con gli openbadges

Creare progetti scolastici non é una pratica molto usata in Italia. 

Spesso nei film, notiamo nelle classi americane, che gli studenti si approcciano allo studio in modo differente.
Allora perché non integrare, anche nel nostro paese, i progetti in classe?

Penso sia utile, creare una classe, che non conosca nazionalità, che metta in primo piano l'alunno, garantendo il meglio. Dove non esiste un metodo italiano, uno americano ma il metodo migliore per gli studenti.
Usare le tecniche migliori italiane ed unirle all'apprendimento, basato sull'esperienza attiva. Da diversi anni, siamo in presenza di una didattica italiana, che cerca di trovare un nuovo approccio. Un esempio sono le comunita facebook di insegnanti 2.0 , imparare digitale che usano un approccio più interattivo e più sociale.

Partiamo da queste premesse, per creare una scuola, che integra allo studio classico  nuovi approcci didattici.

Iniziamo con il creare progetti tematici, che coinvolgono gli alunni. Scegliendo un tema che li possa interessare, tipo hikikomori, oppure la shoa, i fumetti interattivi e tanti altri argomenti. 


Come procedere?
Il progetto coinvolgerà tutta la classe per la sua realizzazione. L'insegnante proporra 4 tematiche e gli alunni sceglieranno tramite votazione democratica. Vince l'argomento che interessa gli alunni.

Una volta scelto l'argomento, la classe verrà divisa in gruppi di 4.
Gli alunni dovranno creare un progetto, che affronti la tematica selezionata.

 Le linee guida sono:

1) definire il piano progetto, tipo parte iniziale: testimonianza, descrizione progetto, parte intermedia: dati che avvalorano quanto detto, e poi le conclusioni con i ringraziamenti.
Gli studenti dovranno definire i ruoli nelle diverse aree della presentazione. Chi inizia la presentazione e cosi via.

2) definire chi gestira il gruppo, team leader.

3) ricerca, approfondimento e realizzazione coinvolgeranno tutti i partecipanti.

4) tutti i ragazzi, dovranno interagire nella presentazione del progetto, ognuno darà il suo personale contributo. Anche se il progetto sarà di tutti.

5) divertirsi e chiedere aiuto alla professoressa.

6) invitare persone, che possono aggiungere valore al progetto, come testimonianze o altri progetti alternativi (facoltativo).

La professoressa, sotto il consenso dei genitori degli alunni, creerà i video dei progetti, da inserire sui canali social sotto licenze creative commons.


Una volta finite le presentazioni dei progetti,  la professoressa assegnerà i badges a tutti i partecipanti.
Inoltrando un badges, a tutti gli studenti, quello legato alla tematica del progetto.
Gli studenti, riceveranno anche openbadges personali, che differiscono dalla funzione che svolgevano, all'interno del gruppo.

Team Leader
Gestione di un gruppo


Team Creativo


Lavorare in gruppo

Geek team
Gruppo tecnico

Un consiglio: 
Se realizzate tanti progetti in classe, sarebbe una buona pratica, variare i ruoli degli studenti nei progetti. Il sistema openbadges può aiutarvi nella gestione. 

Ogni studente dovrà ricevere tutti gli openbadges, quindi bisogna variare. Magari lo studente che preferisce un ruolo, può farlo due volte al mese, sempre se i suoi compagni sono d'accordo. Altrimenti la modifica dei ruoli, potrebbe portare maleumori nella classe. 

Buon progetto a tutti!!!

Commenti

Post popolari in questo blog

Pedagogia come scienza: La pagina facebook di passione pedagogica

Una raccolta di risorse pedagogiche sulla pagina di passione pedagogica.
Chi ama la pedagogia, come scienza e cerca sempre nuovi spunti didattici, su come creare nuove attività pedagogiche, troverà la pagina di passione pedagogia entusiasmante.
Una pagina che raccoglie risorse, materiali visivi e multimediali, che trattano di pedagogia.
Una pedagogia intesa come scienza, che stimola il bambino sensorialmente.
L'apprendimento diventa dinamico, interattivo, colorato e sensoriale. Il gioco entra a far parte del processo formativo. I bambini apprendono giocando, senza perdere contatto con la loro natura innata. La stimolazione sensoriale permette al bambino, di crearsi un suo archivio emozionale. Che gli donerà una base sicura, utile nei momenti difficili, anche in età adulta. Le attività proposte dalla pagina, stimolano sia le soft skill e la percezione del bambino. Le bottiglie della calma, aiutano il bambino nei momenti di difficoltà. Mentre le attività per associazioni, introduco…

Learning apps: Crea la tua applicazione per i tuoi alunni

Learning apps, applicazione utile nel creare giochi interattivi e didattici per i propri studenti, la propria classe oppure per divertimento.

Facile ed intuitiva. Si possono trovare numerose applicazioni, divise per categorie. Se non trovate l'app desiderata, potete crearne una tutta vostra.

L'uso dell'applicazione learning apps, non richiede grandi capacità tecniche. L'applicazione é molto intuitiva e si usa facilmente.
Per creare un'applicazione, basta cliccare sul tasto crea app. Si aprirà una finestra, dove sono collocati diversi tamplate da usare. Si possono scegliere diverse tipologie di template, per creare giochi interattivi da usare in classe.
Questo é un esempio di gioco di memory card.

Vi consiglio la visione del video di App for prof. Nel video é possibile visionare tutte le funzionalità dell'applicativo. Potete trovare il video sul canale youtube del prof Luca Raina. Buon learning apps a tutti...

Lim collegate allo smartphone: Lezioni multimediali

L'uso della lim ha cambiato l'insegnamento, rendendolo più collaborativo ed interattivo. 
Queste lavagne permettono l'approfondimento di tanti argomenti, visionando risorse disponibili sul web.
Le lim si possono collegare sia con il pc che allo smartphone. Oggi, mi piacerebbe legarlo allo smartphone.

Come si possono collegare?
Le lim possono essere collegate tramite appositi dispositivi, come google cast o altri device più economici al proprio smartphone.
Questa sarebbe la soluzione più tranquilla per accedere ai contenuti del proprio smartphone con la Lim.
In questa maniera si possono creare lezioni con le applicazioni installate sul telefonino.

Per chi vuole smanettare, esiste una via più economica ma un po più insidiosa.
Come procedere?
Scaricando l'applicazione teamviewer quicksupport sul proprio smartphone.
Si può scaricare la versione per android da google play store. Ecco il link
Una volta scaricata procediamo con l'installazione e con il collegare i disposit…