Passa ai contenuti principali

Flipped classroom: metodo che migliora il coinvolgimento e la creatività

Flipped classroom, metodo di apprendimento, che sfrutta la tecnologia e migliora il coinvolgimento degli alunni. 



La classe rovesciata, stimola la creatività e l'interesse degli studenti, con pratiche rivolte all'approfondimento, in classe.
Gli insegnanti registrano la lezione e la condividono con i loro alunni, postando il video su internet. Sia gli alunni, che gli insegnanti notano i benefici di questa pratica, gli alunni possono ascoltare la lezione a casa, gestendosi il tempo. Gli insegnanti creano lezioni interattive, con strumenti, che gli consentono di catturare l'attenzione degli studenti. La classe diventa un luogo, dove la lezione teorica viene accompagnata alla pratica. Gli studenti hanno la possibilità di riascoltare, la lezione ogni giorno, l'apprendimento é continuativo. Ogni studente impara riascoltando le parole dell'insegnante, come se avesse un insegnante privato a portata di smartphone.


Le lezioni scolastiche, si trasformano in lezioni a casa, che prevedono l'approfondimento in classe.

Studenti che si sentono ascoltati, da una scuola, interessata alla loro istruzione, che usa la tecnologia per adattarsi al linguaggio dei ragazzi. Una scuola, che crede nella cultura, fuori dalla classe e che non lascia indietro nessuno. 


Gli alunni, non perderanno neanche una lezione, anche se ammalati o annoiati. La classe diventa dei ragazzi. Gli studenti apprendono e la loro voglia aumenta giorno dopo giorno.

Le lezioni diventano animazioni, la storia prende vita e le battaglie degli imperi, vengono vissute con la grafica, che cattura l'attenzione dello studente.


Un esempio, dell'applicazione del metodo flipped classroom, viene proposto dall'insegnante di scuola superiore, che con la sua pagina facebook e il canale youtube, raccoglie l'interesse dell'intera classe e non solo.
Crea animazioni, che rappresentano le battaglie e le condizioni socio culturali di quell'epoca. La grafica, crea un ambiente ludico, che richiama scenari di giochi e coinvolge tutti gli studenti. La gamificazione entra in classe.

Grazie agli insegnanti che uniscono la tecnologia, alla didattica e migliorano l'insegnamento, abbattendo i muri e dando speranza ai studenti, che sono il futuro della società.

Commenti

Post popolari in questo blog

Office 365 educational: Gratuito per docenti e studenti

Office 365, il software creato da microsoft, mette a disposizione delle scuole una versione gratuita.

L'iniziativa proposta da microsoft,prende in considerazione, le esigenze delle strutture scolastiche, che necessitano sempre di più di strumenti ludici per educare.

Gli istituti ed il personale docente possono richiedere, il software Office 365 educational gratuitamente.
Per effettuare la richiesta, basta inserire l'indirizzo mail dell'istituto dove si sta lavorando. L'indirizzo dovrà contenere l'url della scuola, non si possono usare account personali. Infatti, esistono alcuni requisiti da rispettare. La mail servirà per verificare, se l'insegnante lavora effettivamente nella scuola designata.

Il personale didattico può aderire, inserendo la mail dell'istituto nel format.
La richiesta verrà presa in carico e valutata entro qualche giorno o settimana.

Se la richiesta del docente venisse accettata. Il docente potrà usufruire, gratuitamente di office 365 edu…

Gioco con scratch per imparare nuove parole

Gioco con scratch per imparare nuove parole. Ricreare il gioco del nome,cose e città, modificandolo un po.


Questo gioco permette al bambino o bambini di rispondere alle domande della lettera selezionata.

https://scratch.mit.edu/projects/289086911/


Caccia al tesoro con credly e un lettore qrcode

La caccia al tesoro, é una dell'attività ludiche più belle da proporre agli alunni. 

Mette allegria, regala emozioni ed unisce la classe.
Anche se organizzarla in un micro ambiente, come la scuola non risulta semplice.

Io vi propongo un gioco, anzi una caccia al tesoro, che non necessita di grandi spazi.

Cosa serve per creare la nostra caccia al tesoro?
1)Qrcode associato all'openbadges
2)Applicazione che legge gli qrcode.
3)Indovinelli, enigmi da risolvere per passare alla tappa successiva.
4)Tanto entusiasmo

La caccia al tesoro per definirsi tale, necessita di un luogo ben definito e dei post-it da lasciare in giro. I post-it nel nostro caso conteranno un codice qrcode da scannerizzare. I bambini troveranno il codice, lo cattureranno e visioneranno la pagina del badges per risolvere l'enigma.

Questa caccia al tesoro può essere realizzata, grazie all'interazione fra due strumenti.


Il primo servizio Credly, consente di creare gli openbadges e di scaricarli anche in div…