Passa ai contenuti principali

La scelta della campagna- Entrare sulla piattaforma crowdfunding e scegliere

Sono entrata dentro la piattaforma, convinta di fare, subito la scelta giusta. 


Potevo scegliere fra quattro opzioni, scelgo
raccogli tutto. Leggo la scheda informativa, la campagna può durare massimo 365 giorni, si può collegare all'account paypal e il costo delle transazioni é del 5%. Mentalmente accetto tutte le richieste.

Mi sento pronta, inserisco tutti i dati, la foto del progetto e l'immagine, salvo almeno due volte. Penso, fra me e me, bene fatta, adesso pubblico.  

Già con la testa ero online. Pigio il tasto per pubblicare e mi dà errore, dicendo campo non compilato. Compilo il campo del calendario, ripigio di nuovo il tasto e voilà, di nuovo errore. Avevo dimenticato un altro campo, quello della ricompensa. Inserisco tutto, metto un valore per le ricompense.
Mi da di nuovo errore, mi dice che l'importo minimo per le ricompense é di tre euro. Alzo le mani e mi accorgo che dopo un'ora, ho proprio cannato, non potendo dare le ricompense di tre euro, scelgo un altro piano.

Il piano donazione semplice, sarà la parola che gia lo dice, ma rispetto alla prima scelta, questo piano risulta molto piu semplice. La scheda informativa quasi uguale. Non si puo definire un goal da raggiungere, non ci sono le ricompense e i costi di transazione sono al 3%.

Ma non preoccupatevi che le ricompense digitali arriveranno, openbadges e alla fine l'ebook con tutte le raccolte. 


Gli inizi sono sempre turbolenti.
All'interno della piattaforma, esistono altri due tipologie di campagne, dateci un occhio: donazione ricorrente, tutto o niente.

Commenti

Post popolari in questo blog

Pedagogia come scienza: La pagina facebook di passione pedagogica

Una raccolta di risorse pedagogiche sulla pagina di passione pedagogica.
Chi ama la pedagogia, come scienza e cerca sempre nuovi spunti didattici, su come creare nuove attività pedagogiche, troverà la pagina di passione pedagogia entusiasmante.
Una pagina che raccoglie risorse, materiali visivi e multimediali, che trattano di pedagogia.
Una pedagogia intesa come scienza, che stimola il bambino sensorialmente.
L'apprendimento diventa dinamico, interattivo, colorato e sensoriale. Il gioco entra a far parte del processo formativo. I bambini apprendono giocando, senza perdere contatto con la loro natura innata. La stimolazione sensoriale permette al bambino, di crearsi un suo archivio emozionale. Che gli donerà una base sicura, utile nei momenti difficili, anche in età adulta. Le attività proposte dalla pagina, stimolano sia le soft skill e la percezione del bambino. Le bottiglie della calma, aiutano il bambino nei momenti di difficoltà. Mentre le attività per associazioni, introduco…

Learning apps: Crea la tua applicazione per i tuoi alunni

Learning apps, applicazione utile nel creare giochi interattivi e didattici per i propri studenti, la propria classe oppure per divertimento.

Facile ed intuitiva. Si possono trovare numerose applicazioni, divise per categorie. Se non trovate l'app desiderata, potete crearne una tutta vostra.

L'uso dell'applicazione learning apps, non richiede grandi capacità tecniche. L'applicazione é molto intuitiva e si usa facilmente.
Per creare un'applicazione, basta cliccare sul tasto crea app. Si aprirà una finestra, dove sono collocati diversi tamplate da usare. Si possono scegliere diverse tipologie di template, per creare giochi interattivi da usare in classe.
Questo é un esempio di gioco di memory card.

Vi consiglio la visione del video di App for prof. Nel video é possibile visionare tutte le funzionalità dell'applicativo. Potete trovare il video sul canale youtube del prof Luca Raina. Buon learning apps a tutti...

Lim collegate allo smartphone: Lezioni multimediali

L'uso della lim ha cambiato l'insegnamento, rendendolo più collaborativo ed interattivo. 
Queste lavagne permettono l'approfondimento di tanti argomenti, visionando risorse disponibili sul web.
Le lim si possono collegare sia con il pc che allo smartphone. Oggi, mi piacerebbe legarlo allo smartphone.

Come si possono collegare?
Le lim possono essere collegate tramite appositi dispositivi, come google cast o altri device più economici al proprio smartphone.
Questa sarebbe la soluzione più tranquilla per accedere ai contenuti del proprio smartphone con la Lim.
In questa maniera si possono creare lezioni con le applicazioni installate sul telefonino.

Per chi vuole smanettare, esiste una via più economica ma un po più insidiosa.
Come procedere?
Scaricando l'applicazione teamviewer quicksupport sul proprio smartphone.
Si può scaricare la versione per android da google play store. Ecco il link
Una volta scaricata procediamo con l'installazione e con il collegare i disposit…