Passa ai contenuti principali

Motivazione intriseca ed estrinseca

La motivazione é quella voglia che ti assale, quando vuoi raggiungere un obiettivo.

La motivazione é un muoversi verso qualcosa, un progetto, un traguardo.


Perché la motivazione é cosi importante? 

É molto importante, perché svolge un ruolo fondamentale, nella manifestazione di un comportamento.
Condiziona il comportamento umano.

Ti é mai capitato di non avere voglia? Oppure di lavorare anche se  ti senti distrutto?

Bene, queste azioni sono state condizionate dalla motivazione.
Nel primo caso, eri poco motivato e ti sei fatto sopraffare dalle emozioni, nel secondo, la tua motivazione era più forte della stanchezza.

Ma cosa spinge la motivazione?

Le emozioni.
La motivazione, ti aiuta nella gestione delle tue emozioni, che sono fondamentali per raggiungere i traguardi.
Le emozioni possono bloccarti oppure no, quindi sarebbe opportuno riconoscerle, accettarle ma non identificarsi con le emozioni, cosiddette depotenzianti.

La motivazione é il sale della vita, l'unico problema che varia nel tempo. Non risulta costante, visto che si muove in sintonia con le emozioni.

Possiamo trovare dei metodi per motivarci, quando siamo demotivati?
Come possiamo farlo?

Usando la reciprocità fra le diverse motivazioni oppure con la gamificazione.
La motivazione si può distinguere in estrinseca ed intrinseca.

La motivazione intrinseca, nasce da un nostro bisogno interiore. Nasce dalla voglia di soddisfare una nostra necessità.  La motivazione intrinseca, non viene gestita dal volere e traguardi imposti dagli altri, ma da un nostro bisogno.
Quando si parla di bisogni, la problematica più difficile, é lo discernimento. Distinguere i veri bisogni dai falsi bisogni.
I veri bisogni sono legati al nostro benessere psichico, tipo amore, autorealizzazione, bisogni primari, accettazione, consapevolezza.
I falsi bisogni soddisfano il nostro ego.

Motivazione estrinseca:

La motivazione per traguardi, la voglia di raggiungere un obiettivo, non per un nostro volere ma per un traguardo esterno.
La nostra volonta viene stimolata dall'ambiente:tipo la laurea, un attestato, prendere un bel voto. Le nostre azioni sono mosse dall'interazione con le altre persone. Sono motivazioni che sono condizionate, dall'ambiente in cui vivi.
La motivazione estrinseca può essere facilmente modificata, creando dei micro ambienti propositivi.
Circondandoti di persone e stimoli, che migliorino l'ambiente.

La motivazione estrinseca, nelle prime fasi di vita, crea i presupposti per  sviluppare una buona motivazione intrinseca.

Vi é mai capitato di non riuscire?
Che emozioni avete provato?

Ora, immaginatevi di provare questa emozione di fallimento da piccoli. Come vi sareste sentiti? Cosi piccoli, indifesi con un peso cosi grosso, un tuffo al cuore.
Un'emozione cosí forte, che darà le basi all'adulto che diventerete. Un evento legato ad un emozione, che vivrà nell'adulto che oggi é in voi.
Visto che non é possibile tornare indietro nel tempo, che ne diresti di migliorare la qualità di vita di un bambino adesso?

Motiva i bambini perché saranno i motivatori del domani.







Commenti

Post popolari in questo blog

Pedagogia come scienza: La pagina facebook di passione pedagogica

Una raccolta di risorse pedagogiche sulla pagina di passione pedagogica.
Chi ama la pedagogia, come scienza e cerca sempre nuovi spunti didattici, su come creare nuove attività pedagogiche, troverà la pagina di passione pedagogia entusiasmante.
Una pagina che raccoglie risorse, materiali visivi e multimediali, che trattano di pedagogia.
Una pedagogia intesa come scienza, che stimola il bambino sensorialmente.
L'apprendimento diventa dinamico, interattivo, colorato e sensoriale. Il gioco entra a far parte del processo formativo. I bambini apprendono giocando, senza perdere contatto con la loro natura innata. La stimolazione sensoriale permette al bambino, di crearsi un suo archivio emozionale. Che gli donerà una base sicura, utile nei momenti difficili, anche in età adulta. Le attività proposte dalla pagina, stimolano sia le soft skill e la percezione del bambino. Le bottiglie della calma, aiutano il bambino nei momenti di difficoltà. Mentre le attività per associazioni, introduco…

Twitter nella didattica: creare lezioni con il social network

Twitter nella didattica, la tecnologia ci insegna che possiamo imparare dagli altri.
Un nuovo modo di apprendere, per creare gamificazione in classe con contenuti di altre persone.
Le attività che si possono sottoporre ai propri studenti sono tante.

La prima che mi viene da suggerire, é la creazione di un tema, selezionando i tweet.

Tema tweet Potrebbe essere un'interessante attività ludica. L'insegnante potrebbe scegliere il tema e proporre agli studenti di comporre un puzzle con quella tematica. I ragazzi dovranno sviluppare l'argomento, non si limiteranno ad inserire i tweet. Gli studenti usando tweet di altre persone, creeranno dei nuovi contenuti.

I tweet serviranno per stimolare negli alunni, la voglia di scoprire e di creare. Rendendoli consapevoli che esistono diversi punti di vista.

Temi creati da ragazzi, che usando la tecnologia possono creare un nuovo contenuto,  dato dall'interazione del vecchio con l'aggiunta del sentire dei ragazzi.
Una didattica aff…

Eduopen network universitario usa gli openbadges

Eduopen, network universitario usa gli openbadges.
Il progetto eduopen, diffonde i concetti di cultura aperta e dell'apprendimento lifelong learning.
La piattaforma eduopen mette a disposizione corsi per tutti.
I corsi disponibili, all'interno della piattaforma sono sotto licenze creative commons, quindi possono essere ridistribuiti. Anche, se vi consiglio di chiedere il permesso, a chi crea il corso, sono pur sempre corsi universitari.

Ogni utente può visionare corsi, partecipare alle attività e ricevere i certificati, oltre l'openbadges.
Una volta scelto il corso, l'utente potrà visionare i video, partecipare alle attività proposte dal docente. Gli utenti registrati, che non sono iscritti a nessuna facoltà, riceveranno a fine corso, l'attestato di partecipazione, oltre l'openbadges.

Gli studenti universitari, possono ricevere  anche Crediti Formativi Universitari, a fine corso.

Eduopen