Passa ai contenuti principali

Openbadges il valore pedagogico:le materie come microbiettivi

Openbadges un nuovo metodo pedagogico: I bambini non sono voti, stimoliamo la loro curiosità. Puntiamo sul modello pedagogico 3.0.

Openbadges gamificazione

Qual'é la difficolta maggiore per un insegnante? 

Cogliere l'attenzione dei propri alunni e motivarli giorno per giorno.
Le insegnanti, cercano di spronare gli alunni, coinvolgendoli, ma il  modello d'apprendimento non incentiva la motivazione dell'alunno. Ragazzi, sempre più demotivati, con un alto calo d'attenzione, che causa una scarsa motivazione verso lo studio. Il risultato finale: i ragazzi studiano per i voti.

Qual'é il problema?
Il voto diventa la meta, i ragazzi si identificano nel voto. Classificandosi in base ad esso.

Qual'é la soluzione?
Un nuovo modello di apprendimento, incentrato sul percorso, per raggiungere l'obiettivo.
Essendo di parte, ho immaginato un sistema basato sugli openbadges.
Il motivo numero uno, credo fortemente nel potere degli openbadges. Numero 2, penso siano utili perché non etichettano gli alunni. Raggiungi il traguardo, ricevi l'openbadges.
Siamo arrivati al numero 3, sono facili da usare tramite i servizi gratuiti, credly o openbadges.me. Si possono catalogare sul backpack di mozilla.

Come catalogare gli openbadges?

Prima di tutto, bisogna creare un account sul backpack di mozilla, per ogni alunno. I badges inseriti, possono essere raggruppati, con le categorie. Le categorie possono richiamare le materie da studiare.

Esempio:
Categoria: Scienza che contiene 3 openbadges (le piante, il corpo umano, la circolazione)

oppure
Categoria: Sistema nervoso che contiene due openbadges(sistema nervoso autonomo, sistema nervoso periferico)

Può essere ripetuto per tutte le materie.
Potete scegliere di non categorizzare gli openbadges, quindi il backpack dei ragazzi  mostrerà tutti gli openbadges insieme.

Perché usare questo modello basato sugli openbadges?

1)Pone l'attenzione sullo studio e meno sull'obiettivo voto. Gli alunni, sono motivati e non si spaventano della votazione. Si impegnano, maggiormente sul metodo, per raggiungere l'obiettivo. L'openbadges é uguale per tutti, non avvengono discriminazioni.

2)Gli openbadges sono giocosi, divertenti. Rimangono impressi nella mente. Pensiamo per immagini, quindi il cervello ci ringrazierà.

3)Creare le categorie sul backpack di mozilla, sviluppa nei ragazzi il pensiero logico matematico.
La categorizzazione del processo, divide l'obiettivo scienza, in altri piccoli obiettivi.
Come se fosse una guida, un iter da seguire, non si categorizzano i ragazzi ma si incentivano.

Openbadges finale
Openbadges1+ Openbadges2+ Openbadges3

Un obiettivo grande, suddiviso in tre microbiettivi, che danno la spinta, tramite il rilascio dell'openbadges, per raggiungere l'obiettivo successivo. 


Dite la vostra sotto nei commenti.



Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pedagogia come scienza: La pagina facebook di passione pedagogica

Una raccolta di risorse pedagogiche sulla pagina di passione pedagogica.
Chi ama la pedagogia, come scienza e cerca sempre nuovi spunti didattici, su come creare nuove attività pedagogiche, troverà la pagina di passione pedagogia entusiasmante.
Una pagina che raccoglie risorse, materiali visivi e multimediali, che trattano di pedagogia.
Una pedagogia intesa come scienza, che stimola il bambino sensorialmente.
L'apprendimento diventa dinamico, interattivo, colorato e sensoriale. Il gioco entra a far parte del processo formativo. I bambini apprendono giocando, senza perdere contatto con la loro natura innata. La stimolazione sensoriale permette al bambino, di crearsi un suo archivio emozionale. Che gli donerà una base sicura, utile nei momenti difficili, anche in età adulta. Le attività proposte dalla pagina, stimolano sia le soft skill e la percezione del bambino. Le bottiglie della calma, aiutano il bambino nei momenti di difficoltà. Mentre le attività per associazioni, introduco…

Learning apps: Crea la tua applicazione per i tuoi alunni

Learning apps, applicazione utile nel creare giochi interattivi e didattici per i propri studenti, la propria classe oppure per divertimento.

Facile ed intuitiva. Si possono trovare numerose applicazioni, divise per categorie. Se non trovate l'app desiderata, potete crearne una tutta vostra.

L'uso dell'applicazione learning apps, non richiede grandi capacità tecniche. L'applicazione é molto intuitiva e si usa facilmente.
Per creare un'applicazione, basta cliccare sul tasto crea app. Si aprirà una finestra, dove sono collocati diversi tamplate da usare. Si possono scegliere diverse tipologie di template, per creare giochi interattivi da usare in classe.
Questo é un esempio di gioco di memory card.

Vi consiglio la visione del video di App for prof. Nel video é possibile visionare tutte le funzionalità dell'applicativo. Potete trovare il video sul canale youtube del prof Luca Raina. Buon learning apps a tutti...

Lim collegate allo smartphone: Lezioni multimediali

L'uso della lim ha cambiato l'insegnamento, rendendolo più collaborativo ed interattivo. 
Queste lavagne permettono l'approfondimento di tanti argomenti, visionando risorse disponibili sul web.
Le lim si possono collegare sia con il pc che allo smartphone. Oggi, mi piacerebbe legarlo allo smartphone.

Come si possono collegare?
Le lim possono essere collegate tramite appositi dispositivi, come google cast o altri device più economici al proprio smartphone.
Questa sarebbe la soluzione più tranquilla per accedere ai contenuti del proprio smartphone con la Lim.
In questa maniera si possono creare lezioni con le applicazioni installate sul telefonino.

Per chi vuole smanettare, esiste una via più economica ma un po più insidiosa.
Come procedere?
Scaricando l'applicazione teamviewer quicksupport sul proprio smartphone.
Si può scaricare la versione per android da google play store. Ecco il link
Una volta scaricata procediamo con l'installazione e con il collegare i disposit…